La mia e-mail


Siamo due nutrizioniste appassionate di cucina e con questo blog vogliamo dimostrare che è possibile mangiare in modo salutare e light senza penalizzare il gusto. Su Q.B. si trovano ricette semplici e ipocaloriche per chi è a dieta ed è attento alle calorie e per chi vuole mantenere un benessere fisico anche attraverso il cibo. Q.B. per noi è questo: è la “punta” di salute, la “presa” di gusto, il “pizzico” di piacere, il Quanto Basta per sentirsi bene.

venerdì 27 maggio 2016

Pollo con i peperoni

Ultimo venerdì del mese! Siamo praticamente alla fine di maggio, dunque l'estate è alle porte. Il tempo a sprazzi ci ha preannunciato la bella stagione. Come l'orto che ci regala i primissimi pomodori e le tenerissime zucchine. Per i peperoni bisogna aspettare ancora qualche settimana (anche se al mercato li ho già visti a prezzi non troppo esorbitanti) ma per fortuna nel congelatore ci sono ancora i rimasugli delle scorte della passata stagione: bisogna terminarli in modo da fare posto alle nuove produzione. Niente di meglio di un buon pollo ai peperoni, che ne dite?
Grado di difficoltà:
facile
Tempo di preparazione:
30 minuti
Ingredienti per 4 persone:
600 g. di petto di pollo
2 peperoni (1 giallo e 1 rosso)
1 scalogno
mezzo bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
10 foglioline di maggiorana
sale q.b
pepe q.b.

Pulite i peperoni, eliminate i semi ed i filamenti bianchi. Tagliateli a pezzetti.
Pulite lo scalogno e fatelo imbiondire in un tegame con 1 cucchiaio di olio. Aggiungete il pollo tagliato a pezzetti e fatelo rosolare leggermente: salate e pepate. Versate il vino bianco e lasciatelo sfumare alzando la fiamma.
Unite i peperoni e proseguite la cottura per 20 minuti con il coperchio leggermente sollevato, mescolando ogni tanto ed aggiungendo alcune foglioline di maggiorana fresca.

Valori nutrizionali per porzione:
226 kcal
Proteine: 35,8 g.
Grassi: 6,5 g.
Carboidrati: 6,7 g.

lunedì 23 maggio 2016

Spaghetti al pomodoro: less is more

Quando abbiamo iniziato l'avventura del blog, l'obiettivo di partenza era rendere light piatti che davano apporti calorici notevoli. Con l'andare avanti nel tempo ci siamo specializzate in ricette nuove che non cercano di storpiare piatti della tradizione ma che hanno un senso (un gusto) anche di per sé. 
In tutti questi anni non abbiamo mai postato un piatto di spaghetti al pomodoro... all'alba del millesimo post eccoci con la ricetta più basica, più semplice, più minimal, più light che ci possa essere. Perché sulla tavola di QB vale la filosofia che "less is more"! Via il superfluo e avanti il sapore e la leggerezza... proprio come in un buon piatto di spaghetti al pomodoro!
Grado di difficoltà: 
facile
Tempo di preparazione: 
30 minuti
Ingredienti per 4 persone:
320 g. di spaghetti
400 ml. di passata di pomodoro
2 cucchiai di olio evo
mezzo bicchiere di vino bianco
mezzo porro
8 foglie di basilico
sale q.b.

Fate cuocere l'acqua in una pentola alta: al bollore, salate e versate la pasta. Proseguite la cottura per  il tempo indicato sulla confezione.
Nel frattempo preparate il sugo di pomodoro: fate scaldare leggermente 1 cucchiaino di olio, affettate il porro in modo sottile e versatelo nel tegame. Aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura della pasta e dopo, per non far bruciare il porro, versate il vino bianco e alzate la fiamma per sfumarlo. Quando il vino si è esaurito, aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere per 10 minuti, aggiustando di sale.
Scolate la pasta al dente e versatela nel tegame con il pomodoro. Aggiungete il restante olio a crudo e decorate con qualche foglia di basilico.


Valori nutrizionali per porzione:
322 kcal
Proteine: 8,7 g. (11,4%)
Grassi: 6,1 g. (15,4%)
Carboidrati: 60,3 g. (74,2%)

mercoledì 18 maggio 2016

Rolls di pollo con farro e verdurine di stagione.

Questa ricetta nasce in collaborazione con Elisa de "il fior di cappero", architetto, foodblogger e bravissima fotografa. Il piatto è stato eseguito da Elisa e noi le abbiamo fatto da consulenti per la parte nutrizionale. La collaborazione tra i nostri blog non è nuova (avevamo già preparato un porridge a quattro mani) e prevede di fornirvi una ricetta al mese in simultanea. Che ne pensate? Per noi è un felice connubio! Passate a vedere il blog di Elisa, ne vale davvero la pena!
L’idea è nata pensando ad una ricetta per il magazine Taste&More che per il  numero di maggio e giugno ha realizzato una sezione dedicata  ad una dieta purificante. 
Il piatto di oggi può essere utilizzata come un ottimo piatto unico perchè è completo: contiene infatti carboidrati, proteine, fibra, vitaminePer la farcitura viene utilizzato il farro che è un cereale povero di grassi, ma ricco di fibra, sali minerali e vitamine (in particolare del gruppo B). Inoltre, è molto digeribile e possiede un alto potere saziante.
Questo piatto si potrebbe abbinare a un'insalata con verdure di stagione e a qualche crostino di pane integrale o di segale. Eccellente anche l'abbinamento con una macedonia di frutta fresca.


Ingredienti per 4 persone
70 g di farro
1/2 petto di pollo aperto a libro (circa 400 g)
400 g di piselli freschi
1 porro
1 carota media
1 zucchina media
1 peperone rosso medio
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
prezzemolo
qualche rametto di timo
sale
pepe

Preparazione
Lessate i piselli in acqua bollente leggermente salata. Scolateli e tenete da parte l’acqua di cottura. Con un mixer riduceteli a purea, aggiungendo un goccio di acqua se necessario, fino ad ottenere una crema morbida. Setacciatela con un colino, regolate il sale e mettetela da parte. Cuocete il farro nell’acqua di cottura dei piselli per circa 10 minuti. In una padella antiaderente fate appassire il porro affettato finemente con filo di olio e un cucchiaio di acqua. Aggiungete la carota, la zucchina e il peperone tagliati a dadini. Fate cuocere per 10 minuti. In una terrina unite al farro metà della crema di piselli. Condite con un cucchiaio di olio, il prezzemolo tritato, le foglioline di timo, sale e pepe. Prendete il petto di pollo aperto e ben battuto con un batticarne e posatelo sopra un foglio di carta forno. Sul lato più lungo mettete il farro con le verdure e arrotolate, aiutandovi con la carta forno, fino a creare un rotolo farcito. Avvolgetelo e stringete bene con la carta forno, che chiuderete a caramella e mettete in forno caldo a 170°C per 25 minuti.
Una volta cotto, tagliate il rotolo a medaglioni e adagiatelo sulla crema di piselli. 

Kcal per porzione: 286
proteine: 33.57g (46.92%)
grassi: 4.61g (14.48%)
carboidrati: 29.49g (38.64%)

lunedì 16 maggio 2016

Trofie al pesto di zucchine

Ci sono alcuni segnali che ci avvisano dell'arrivo della bella stagione... le giornate che si allungano, il sole sempre più caldo, i primi costumi da bagno nelle vetrine del centro ed anche il ritorno sulle nostre tavole di alcune verdure così tipicamente estive. Stiamo parlando delle prime zucchine! In realtà la primissima zucchina dell'orto era in-fotografabile, era quasi arrotolata su se stessa... ma le successive: una meraviglia! E' vero che ormai queste verdure si trovano nei negozi tutto l'anno ma volete mettere il sapore di quelle raccolte nella giusta stagione? A volte, con la collaborazione alla rivista "Sano &Leggero" siamo costrette ad utilizzare primizie dell'altro mondo (proprio dell'altro mondo)... ad esempio cercare le albicocche a marzo e mettere in croce alcune persone per aiutarci a reperirle (non facciamo i nomi, ma leggendo questo post si riconosceranno senza dubbio e, a tal proposito, grazie di cuore), in modo da poter fotografare in anticipo le ricette che poi usciranno sulla rivista del mese successivo! 
Oggi niente di tutto questo, oggi un piatto di stagione!
Grado di difficoltà: 
facile
Tempo di preparazione: 
20 minuti
Ingredienti per 4 persone:
320 g. di trofie
2 zucchine piccole
2 cucchiai di ricotta
1 cucchiaio di olio evo
mezzo spicchio di aglio
10 foglie di basilico
sale q.b.

Riempite di acqua una pentola alta, aggiungete il sale e ponetela sul fuoco con il coperchio.
Lavate le zucchine, tagliatele a tocchetti e mettetele nel frullatore insieme alla ricotta, all'aglio, al basilico, all'olio di oliva e ad un pizzico di sale, fino ad ottenere una crema omogenea.
Quando l'acqua bolle, versate le trofie e cuocetele per il tempo indicato sulla confezione.
Scolate la pasta e conditela con il pesto di zucchine.

Valori nutrizionali per porzione:
311 kcal
Proteine: 10,3 (13,3%)
Grassi: 4,3 g. (12,3%)
Carboidrati: 61,8 g. (74,4%)

venerdì 13 maggio 2016

Torta di carote senza uova

Avevamo preannunciato che sarebbe stata un settimana ricca di soddisfazioni... Mercoledì è uscito in edicola il primo numero della nuova rivista di RCS: "SANO&LEGGERO": indovinate chi trovate a pagina 67? Noi!!!!!!!!!!!!! Siamo molto contente di imbarcarci in questa nuova avventura e di fare parte di questa meravigliosa squadra (grazie Ilaria e grazie Mara per la vostra disponibilità). 
Ma di che cosa si tratta? Beh, già il sottotitolo è abbastanza significativo... dimagrire mangiando con gusto, un po' la nostra filosofia, no? Nella rivista troverete moltissime ricette leggere ma soprattutto sane, adatte a chi vuole perdere peso ma anche a chi sceglie di alimentarsi correttamente. Inoltre interessanti rubriche e puntuali consigli forniti da ottimi esperti (nutrizionisti, psicologi e personal trainer), scritti in modo semplice e chiaro! Capite bene perché siamo felici di collaborare a questo nuovo progetto, no?
Quindi oggi, per farvi venire un po' di acquolina in bocca, vi proponiamo una ricetta fra le tante di Sano&Leggero...un po' per invogliarvi a fare un salto in edicola e un po' per ringraziare tutti quelli che ci seguono sempre con tanto entusiasmo! Grazie di cuore!
Grado di difficoltà:
facile
Tempo di preparazione:
1 ora
Ingredienti per 10 persone:
250 g. di farina di farro
100 g. di fecola di patate
200 g. di carote
200 ml. di latte scremato
60 g. di zucchero
60 g. di olio di mais
scorza di 1 limone
1 bustina di lievito
zucchero a velo per decorare

Accendete il forno a 180°C.
Pulite le carote e tagliatele a julienne, unite la scorza di limone e mescolate.
Stacciate la farina con la fecola, lo zucchero ed il lievito. Unite l'olio amalgamate il tutto.
Aggiungete le carote e quindi il latte per rendere il composto più morbido.
Ungete leggermente la tortiera a forma di ciambella (diametro 22 cm.), infarinatela ed eliminate l'eccesso di farina.
Versate nella tortiera il composto e distribuitelo in modo uniforme. Infornate per 40 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino: la torta deve rimanere leggermente umida all'interno.
Fate raffreddare il dolce e terminate spolverando sopra lo zucchero a velo.

Valori nutrizionali per porzione:
190 kcal
Proteine: 3,4 g. (7,3%)
Grassi: 6,4 g. (30,6%)
Carboidrati: 31,4 g. (62,1%)

lunedì 9 maggio 2016

Milano, la televisione, le amiche: resoconto di una giornata speciale!



Il post di oggi è il racconto di una giornata speciale... Ma andiamo con ordine. Qualche tempo fa, una delle due nutrizioniste del blog viene contattata per registrare un programma televisivo. Si trattava di "In Forma con Starbene", in onda su Canale 5 ogni sabato mattina alle 8,45 e presentato da Tessa Gelisio. La nutrizionista in questione accetta perchè ama affrontare nuove esperienze e chiede all'altra nutrizionista se le va di accompagnarla. L'amica accetta con entusiasmo e l'invito viene esteso anche a una terza amica e collega: tre nutrizioniste a Milano!!!
La registrazione si teneva in un prestigioso albergo del centro lo "Chateau Monfort", che mette a disposizione gli ambienti della lussuosa e confortevole Spa per la trasmissione.
Il tempo di arrivare e la nutrizionista viene mandata subito al trucco.

 Poi la responsabile di produzione e il regista rivedono con lei alcuni punti del copione. Da lì a poco "Ciak: si gira" e...Tessa inizia ad intervistare l'esperta di alimentazione! Si parla di cibi adatti alla stagione estiva. 


La puntata è poi andata in onda pochi giorni fa, sabato 7 maggio. Se ve la siete persa la trovate QUI.
Ma anche se l'avete vista, mi piaceva l'idea di condividere con i lettori del blog anche il "dietro le quinte"! Che dire? Bellissima esperienza andare in tv, ma forse ancor più bello è stato condividerla con le amiche più care!
Le due "nutrizioniste in cucina" con l'amica e collega Francesca Ferrari, nutrizionista di Modena


venerdì 6 maggio 2016

Asparagi: pregi e difetti

Vi abbiamo già parlato del libro "La dieta smart food"? E' scritto sapientemente da Eliana Liotta con i responsabili del progetto Smart Food dell'IEO di Milano: non potete perdervelo perché in queste pagine c'è tutto quello che occorre conoscere oggigiorno a livello di prevenzione a tavola... spiegato in modo chiaro e facile da mettere in pratica. Infatti non troverete cibi difficili da reperire o prodotti molto costosi, divieti talebani o dogmi rigidissimi; leggerete invece consigli semplici e facili da condividere! 
Nell'elenco degli alimenti definiti come Longevity smartfood troverete gli asparagi.
Gli asparagi sono una verdura ipocalorica (24 kcal per 100 g. di prodotto) grazie al contenuto di fibra e di acqua (da cui deriva un buon un effetto depurativo-diuretico).  Ma le virtù di questo ortaggio non finiscono qui: contengono molti sali minerali (soprattutto calcio, fosforo e potassio), vitamina K (la vitamina antiemorragica), vitamina C (in un etto ce ne sono 25 mg, il che equivale a circa un terzo del fabbisogno di una persona adulta), carotenoidi (i precursori della vitamina A), vitamine del gruppo B e acido folico: mangiando 100 grammi di asparagi si assume circa il 75% della quantità quotidiana necessaria di acido folico. 
La sostanza che dona agli asparagi il pieno titolo di longevity food è la quercetina, flavonoide amico del cuore: per migliorarne l'assorbimento è consigliato l'abbinamento con un grasso (ad esempio, l'olio di oliva), come per la vitamina K che è liposolubile. 
Questa verdura contiene inoltre una sostanza chiamata asparagina che dà il caratteristico odore alle urine.
Ma attenzione: gli asparagi sono controindicati in caso di disturbi renali, cistiti, calcoli renali, gotta e calcolosi biliare.