Introduzione

Qualcosa di noi…

6 giugno 2011
Siamo due amiche e colleghe, ci chiamiamo Paola Richero e Paola Salgarelli, siamo biologhe nutrizioniste specializzate in Scienza dell’Alimentazione. Il nostro blog “QB: 2 nutrizioniste in cucina” è nato perchè ci siamo rese conto che una delle esigenze principali dei nostri pazienti è continuare a mangiare con gusto, perché a nessuno riesce facile fare rinunce a tavola, soprattutto se si è a dieta! Così abbiamo iniziato a postare delle ricette light, semplici, gustose e accompagnate da una seria analisi nutrizionale. Vogliamo dimostare che è possibile mangiare e preparare piatti gradevoli senza eccedere con le calorie, premiando la salute (la nostra filosofia!).
Per saperne di più su di noi e sul nostro lavoro:
N.B..: Chiunque può partecipare a questo blog mandando le proprie ricette light, che se risulteranno davvero tali verranno pubblicate. Le nostre mail: paola.richero@libero.it; paola.salgarelli@libero.it  

26 Commenti

  • Rispondi Anonimo 7 giugno 2011 at 11:59

    Buongiorno, è possibile avere qualche consiglio per le lasagne alla bolognese?

    Mi piacciono molto ma è purtroppo un piatto molto calorico. Grazie.

  • Rispondi Paola Salgarelli 8 giugno 2011 at 8:26

    Salve, grazie per la sua richiesta. Prossimamente le forniremo una versione light del suo piatto preferito, anche se sarà una bella sfida!
    Buona giornata

  • Rispondi Liberatore Francesco 10 giugno 2011 at 21:19

    Gent.me dr.se,
    mi scuso se anche via mail ho scritto le stesse cose e cioè che mi complimento per la vostra iniziativa di rendere così innocue anche le ricette più pericolose, ma essendo io un cardiopatico (ho subito anche un intervento per "ischemia coronarica"), devo evitare non solo le calorie, ma anche e soprattutto i grassi saturi, nonché il colesterolo. In più, sarebbe bene che io evitassi pure lo zucchero raffinato, per la sua pericolosità di cui si carica proprio durante il processo di raffinazione.
    Con questa premessa, domando: riuscirò anch'io, adesso, ad assaggiare qualche dolce? Lo spero.
    Ed ora, passo ad indicare un paio di ricette. Non scrivo le proporzioni fra i vari ingredienti, perché preferirei che anche queste le indicasse lei.
    CIAMBELLONE ALLO YOGURT
    Yogurt, zucchero, farina, burro, olio, uova, tuorli, lievito;
    TORTA DI MELE
    Mele, farina, zucchero, uova, burro, limone, sale, latte, lievito, cannella.
    Ringrazio e saluto cordialmente.
    Francesco Memoli

  • Rispondi Cristina D. 14 dicembre 2012 at 19:38

    Gentile Dott.ssa Salgarelli, posso darLe del tu, come usa nel mondo dei blogger ? Mi fa sentire strana a dar del Lei, sarà che scrivo per lavoro decide di mail e lettere formali. Sono arrivata qui navigando quà e là tra food blogs e mi sno iscritta…anche perchè anch'io abito a Vicenza. Ho un blog di pasticceria…beh…mica tanto light ! Ma mi piacerebbe collaborare con voi, anche perchè son sempre in lotta con la bilancia quindi qualche dolce salutistico e ipocalorico non ci starebbe per nulla male in casa mia ! Le lascio il link al mio blog:
    http://coccoledidolcezza.blogspot.it/

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 15 dicembre 2012 at 12:37

    Ciao! Certo: diamoci del tu come si fa tra blogger! Sono andata a vedere il tuo blog, è molto carino! Ci farebbe molto piacere collaborare con te! Che ne dici di iniziare subito partecipando con un dolece di Natale light al nostro contest natalizio? Piacere di averti conosciuto, buona giornata e a presto
    Paola

  • Rispondi Anonimo 11 gennaio 2013 at 15:35

    Buongiorno e complimenti per il blog.
    Ho sperimentato questa ricetta per lasagne, spero light:
    dosi x 1 persona:
    70 gr. lasagne all'uovo verdi
    100 gr. ricotta
    200 gr. peperoni al vapore senza pelle
    passata di pomodoro q.b.
    prezzemolo e basilico tritati q.b.
    1 cucchiaino da te di parmigiano grattuggiato
    pepe

    Frullare i peperoni e la passata di pomodoro con il mixer e, in un altro contenitore, sbattere la ricotta, dopo aver aggiunto un filo d'acqua, con un cucchiaio per renderla ben cremosa, poi aggiungere il prezzemolo e il basilico e mescolare bene.
    Scottare le lasagne in acqua bollente ( io non aggiungo sale all'acqua di cottura per mia scelta ). Nel frattempo ungere una piccola pirofila con un cucchiaino da caffè di olio ( uso la carta cucina per distribuire bene l'olio anche negli angoli e così usarne meno). Scolare le lasagne ( per la quantità indicata negli ingredienti ne ho usate 4 ) e disporle a strati nella pirofila in questo modo: lasagna, strato di cremina di ricotta, strato di cremina di peperoni e pomodoro, macinata di pepe, lasagna… e così via ultimando con la cremina di peperoni. Infine spolverare il parmigliano grattuggiato ed infornare nel micro alla potenza massima combinata con il grill per 12 min. ( dopo i primi 6 min. ho controllato come procedeva la cottura per regolarmi ).

    Preparate la sera e riscaldate il giorno dopo per pranzo nel micro e…..a me sono piaciute.

    Aspetto vostre correzioni e suggerimenti.
    Ciao.Viv.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 14 gennaio 2013 at 18:25

    Grazie per questa ricetta, la proveremo anche noi e ne calcoleremo il valore calorico. Se è valida come ci sembra, la proporremo nel nostro "angolo dei lettori". Ciao!

  • Rispondi Anonimo 19 marzo 2013 at 11:43

    complimenti per questo meraviglioso blog!!!!!bene,bene,sono anch'io appassionata di cucina light,perchè mi piace essere in forma(faccio tanto sport e curo l'alimentazione con molta attenzione) e salvaguardare la mia famiglia!!!!A presto e piacere di avervi conosciute!!!!Ah,mi chiamo Virginia

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 19 marzo 2013 at 22:16

    Ciao Virginia! Piacere nostro conoscerti!

  • Rispondi Anonimo 21 marzo 2013 at 9:05

    Ciao Paola,sto curiosando le vs ricette,…fantastiche!!!!!A presto!!!!!
    davvero comlimenti x il blog,brave,bravissime!!!!
    Fra poco comincerò con le domade!!!!
    ciaooooooooooooo

  • Rispondi Anonimo 21 marzo 2013 at 9:53

    Eccomi,ho un attimo x stare al pc,…allora,sono una sportivona,molto attenta alla linea e ad una alimentazione sana ed equilibrata,cerco di fare gli accostamenti il più corretto possibile tra i vari gruppi alimentari,…insomma,avremo modo di approfondire la ns conoscenza,che dici????hai una ricettina light x cucinare gli azuki verdi secchi?E' la prima volta che li acquisto,…meglio comprare i legumi secchi o quelli in vasetto?
    Un abbraccio
    Vi

  • Rispondi Anonimo 27 marzo 2013 at 22:03

    ciao Paola,nn ci siamo più sentite,….tt ok?????Buona serata,Vi

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 28 marzo 2013 at 12:57

    Scusami, ma siamo entrambe molto prese dal nostro lavoro ambulatoriale! In merito agli azuki, meglio secchi. Quelli in vasetto sono di sicuro più salati. Ricorda che il peso del legume secco è pari a 1/3 del legume fresco o in scatola(p.e. 50g di azuki secchi=150g di azuki freschi o in scatola)

  • Rispondi Anonimo 17 aprile 2013 at 23:21

    Buongiorno
    anche io ormai seguo il blog assiduamente, che oltre a darmi un sacco di idee per pranzi e cene mi sta insegnando a seguire un'alimentazione un pochino più sana!
    Il mio dubbio però restano sempre gli accostamenti: non so mai come accostare primo, secondo e contorno, se fare solo uno dei due, etc…Quali sono degli esempi di accostamenti corretti? Ad esempio se cucino un piatto di pasta e fagioli ho finito così il mio pranzo o ci posso aggiungere ancora qualcosa?
    Grazie e mille!
    Lucia

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 18 aprile 2013 at 21:28

    Ciao Lucia, l'accostamento dei piatti dipende da alcuni fattori: innanzitutto dobbiamo quantificare le porzioni del primo e del secondo piatto ed inoltre dobbiamo considerare la condizione di normopeso o sovrappeso o sottopeso. Per citare il tuo esempio: quanta pasta? Quanti fagioli? Nei nostri post tendiamo a proporre ricette che soddisfino un pasto completo (magari con l'aggiunta di un frutto).
    Grazie per i complimenti!

  • Rispondi Anonimo 28 aprile 2013 at 21:35

    Ciao!
    Vi volevo segnalare questa ricetta

    http://aniceecannella.blogspot.it/search/label/Fette%20biscottate%20fatte%20in%20casa

    che ho trovato girando quà e là su internet…si tratta della ricetta per fare le fette biscottate in casa, una cosa che era molto tempo che volevo provare visto che mi ero stufata di quelle industriali, piene di oli vegetali non meglio precisati.
    La ricetta mi sembra abbastanza leggera (io in realtà ho apportato alcune modifiche, invece di 4 cucchiai di olio ne ho messi 3 e di zucchero ne ho messi 50 g al posto di 75), ma volevo avere la conferma da voi!
    Ma se volessi calcolarmi le calorie di questa ricetta come devo fare?
    Complimenti per il blog, mi avete dato un sacco di idee che metterò subito in pratica!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 29 aprile 2013 at 14:20

    Ciao! Sono andata a curiosare: sicuramente le tue modifiche hanno contribuito ad abbassare le calorie ma per calcolarle in modo preciso ho bisogno di sapere quante fette biscottate ne hai ricavato e se fosse possibile anche il peso di una fetta. Se ce lo comunichi e ci mandi una foto ti possiamo ospitare nella nostra rubrica del mercoledì!
    A presto

  • Rispondi Anonimo 29 aprile 2013 at 21:34

    OK! Purtroppo non sono riuscita a contare le fette che ho ricavato, sono tantissime e soprattutto molto diverse tra loro! Magari la prossima volta peso i panetti appena usciti dal forno, di sicuro è un metodo più preciso! E poi aggiungerò anche la foto che ovviamente non avevo fatto!
    Grazie e a presto!

  • Rispondi Elisa 21 luglio 2013 at 8:20

    Buongiorno dott.sse! Ho scoperto di recente il vostro blog e volevo farvi i miei più vivi complimenti! E' una vera fonte d'ispirazione, in più ho avuto modo di provare un paio di ricette e il risultato è stato eccezionale…perciò, grazie! Avrei, però, anche una piccola richiesta: nelle vostre ricette mettete sempre le porzioni, è vero, ma faccio fatica a spartirle esattamente ad occhio, sarebbe possibile avere la calorie non per porzione ma per grammatura (es. calorie per 100 grammi di prodotto a crudo/pronto)? Sarebbe fantastico!

    Un caro saluto e ancora brave!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 22 luglio 2013 at 19:46

    Grazie Elisa per i complimenti!
    Siamo contente che hai provato alcune ricette e che ti siano piaciute!!!
    Per quanto riguarda ciò che ci chiedi, in realtà abbiamo deciso di calcolare le calorie a porzione proprio perché ci sembrava più pratico… Molto spesso le calorie vengono definite per 100 gr. di prodotto singolo ma diventa impossibile pesare 100 gr. di una preparazione!
    A presto

  • Rispondi Cecilia Pinna 14 gennaio 2014 at 17:10

    Questo sito è interessantissimo!!!

  • Rispondi Ster87 8 febbraio 2014 at 16:08

    Vorrei condividere con voi una ricetta che ho tirato su mettendo insieme varie ricette: un plumcake a base di cacao amaro e pere!
    Ingredienti:
    100 gr di farina (quella classica)
    20 gr di farina di riso (ma se non l'avete anche quella classica va benissimo)
    50 gr di zucchero
    150 ml di latte
    1 uovo
    20 gr di cacao amaro
    150-200 gr di pera tagliata a pezzi piccoli (che potete anche sostituire con la mela)
    1/2 bustina di lievito
    1 cucchiaio di olio di semi (opzionale, ma io l'ho messo)
    1/2 cucchiaino di cannella (non necessaria e che potete sostituire con un aroma a piacere)

    Sbattere in una terrina il tuorlo dell'uovo con lo zucchero; quando avrete ottenuto una piccola crema (granulosa per via dello zucchero), aggiungete la farina, il cacao amaro, il latte, l'olio e la cannella (o l'aroma scelto).
    A parte montate a neve l'albume. Una volta terminato aggiungetelo al composto creato in precedenza e unire per ultimo i pezzi di pera ed il lievito.
    Infornate a 180°C per 30 minuti.

    Il dolce ha una consistenza soffice e non gommosa.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 9 febbraio 2014 at 23:08

    Sembra ottimo questo plumcake, se ci fai avere una foto, pubblichiamo la ricetta (calcolandone i valori nutrizionali) nella nostra rubrica del mercoledì "Ai Fornelli con QB e.."

  • Rispondi silvio comito 23 aprile 2014 at 10:00

    Ciao a tutti,
    ho dato uno sguardo molto veloce al blog, e devo dire che è fatto bene e non è solo uno specchio di tendenze o di mode hollywoodiane…
    ah già, mi presento: sono un Dietista che lavora da una vita nella ristorazione e tutt'ora sono impegnato in un programma di miglioramento delle abitudini alimentari sul posto di lavoro per conto di una compagnia di catering.
    ti volevo proporre dei validi consigli per abbattere la quota calorica totale sulle lasagne:

    – usare la sfoglia di semola piuttosto che la sfoglia all'uovo
    – dimezzare la quantità di olio utilizzato per la bolognese, utilizzando la tecnica del "sauteèing" o più comunemente conosciuta "soffritto": usare 50% e 50% di acqua e olio e riscaldare prima di aggiungere il fondo di cottura (in questo caso carote,sedano e cipolla), in questo modo oltre a ridurre la quota calorica possiamo ridurre i rischi derivati dalla combustione dell'olio.
    – creare una besciamella utilizzando 50% di brodo vegetale 50% di latte e della maizena per legare. vi assicuro che non se ne accorgerà nessuno.

    spero che possa essere d'aiuto!

  • Rispondi Amarenaevaniglia 26 ottobre 2015 at 21:01

    Complimenti per il blog, mancava un blog gestito da 2 food blogger nutrizioniste, brave!!!!!!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 29 ottobre 2015 at 10:08

    Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Complimenti per i tuoi dolci!!!!!!!!!!!!

  • Scrivi una risposta