Prima colazione

Una salutare prima colazione con crumble di fiocchi d’avena e mele.

16 ottobre 2012
Una salutare prima colazione con crumble di fiocchi d'avena e mele
L’avena è un’eccellente scelta per la prima colazione, perchè è un cereale molto energetico e ricco di virtù (come detto QUI). Tempo fa abbiamo proposto di consumarlo come porridge, nel caso non vi piacesse ecco a voi un altro modo di consumare i fiocchi d’avena: una torta! Ecco, non è esattamente una torta che offrirei agli ospiti, è piuttosto “rustica”, però come prima colazione, da mangiare in famiglia, è sicuramente gradevole (e molto salutare).
Per 12 porzioni:
fiocchi d’avena 150g
latte parzialmente scremato: 300g
zucchero di canna: 20g
miele: 50g
uvetta: 50g
ricotta: 70g
3 mele renette
farina tipo 00: 50g
succo di un limone
Per prima cosa mettete in ammollo l’uvetta con dell’acqua e i fiocchi d’avena con il latte. Successivamente sbucciate le mele e tagliatele a fette sottili. Mettetele a macerare con il succo di un limone e 20g di zucchero. Accendete il forno a 180°. In una ciotola lavorate la ricotta con il miele, poi aggiungete i fiocchi d’avena e l’uvetta scolati e la farina. Mescolate bene, ne otterrete un composto “bricioloso”. In una tortiera foderata di carta forno ponete le mele in fondo e sopra il composto, senza schiacciare troppo. Cuocete per 20, 25 minuti e consumatela dopo almeno 2 ore, meglio ancora il giorno dopo.
kcal per porzione (1/12): 134
proteine: 3.59g (10.71%)
grassi: 2.36g (15.87%)
carboidrati: 26.23g (73,34%)
Se aggiungete a questa colazione un bicchiere di spremuta e un bicchiere di latte otterrete una colazione completa e molto equilibrata, con un apporto calorico totale di circa 280 kcal.

Ti potrebbe interessare anche

8 Commenti

  • Rispondi Terry 16 ottobre 2012 at 11:26

    che buona!! sembra favolosa!! ma secondo voi, con cosa potrei sostituire la ricotta? non mangio latticini…con lo yogurt non verrebbe "sbrisolona" vero?

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 16 ottobre 2012 at 19:17

    Puoi provare anche con lo yogurt, magari quello greco…ma non sei allergica ai latticini??? O forse intendevi lo yogurt di soia?

  • Rispondi Terry 17 ottobre 2012 at 1:09

    intendevo quello di soia 🙂 non sono allergica, ma cerco di avere un'alimentazione più vegana possibile! almeno quando sono a casa e posso decidere io cosa cucinare!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 17 ottobre 2012 at 10:12

    Adesso mi torna di più il discorso 🙂
    Prova a sostituire la ricotta con un vasetto di yogurt di soia e poi facci sapere come viene! Buona giornata

  • Rispondi Dani 20 febbraio 2013 at 9:05

    Vorrei farne solo due porzioni, ma secondo voi ci riesco a ridurre le dosi a tal punto?

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 22 febbraio 2013 at 1:05

    Un po' difficile, a meno che tu non voglia usare delle pirofile da forno monoporzione, così ne fai 2. Oppure puoi fare la torta intera (o per 6) e consumarla nei giorni seguenti (in frigo dura almeno 3 giorni)

  • Rispondi Samira 27 gennaio 2015 at 15:20

    Vivo da sola e vorrei sapere quanto a lungo lo si potesse conservare 😀
    Grazie!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 15 febbraio 2015 at 15:39

    Sicuramente qualche giorno, ma eventualmente perchè non dimezzi gli ingredienti così ottieni una torta più piccola? Scusaci per il ritardo della nostra risposta!

  • Scrivi una risposta