consigli

I cachi: pro e contro

25 ottobre 2012
I cachi pro e contro
I cachi sono frutti tipicamente autunnali che godono di cattiva fama nell’ambito delle diete ipocaloriche… Effettivamente 100 gr. di cachi forniscono circa 65-70 kcal e contengono circa 16 gr. di zuccheri (100 gr. di mela forniscono 53 kcal e contengono 13,7 gr. di zuccheri).
Il contenuto di fibre è piuttosto scarso come la presenza di proteine (0,6 gr.) e grassi (0,3 gr.). I cachi sono ricchi di beta-carotene (responsabile del caratteristico colore arancione), precursore della vitamina A (è secondo solo all’albicocca), di retinolo e sono anche ricchi di vitamina C. Per quanto riguarda i sali minerali, la percentuale più alta spetta al potassio, quindi il fosforo, il magnesio ed il calcio.
Questo frutto vanta un particolare ruolo nelle medicina tradizionale cinese, per le sue particolari virtù, riconducibili ad una molecola, la fisetina, tutt’ora molto studiata in diversi ambiti, poiché sembra essere una sostanza anti-invecchiamento.  Potrebbe avere un ruolo protettivo nei confronti della malattia di Alzheimer, del diabete mellito tipo 2 e dell’ ipercolesterolemia.
E’ da far notare che la composizione dei vari nutrienti è variabile in funzione del grado di maturazione dei frutti: ad esempio, il caco acerbo è ricco di tannino  (astringente) al quale si deve la sensazione di avere la “bocca legata” dopo aver mangiato il frutto. Durante la maturazione, la percentuale di tannini diminuisce a favore dell’aumento di zuccheri.
Questo frutto è un ottimo energizzante per la stagione autunnale (ben venga sulle tavole di studenti e sportivi), sicuramente da sconsigliare a chi soffre di diabete e da “dosare” per chi sta attento alle calorie: il consiglio è di consumarlo fresco e maturo (per garantire il buon apporto vitaminico e di sali) magari utilizzandolo come dessert, proprio come nella ricetta che troverete domani…

Ti potrebbe interessare anche

4 Commenti

  • Rispondi Roberta Morasco 25 ottobre 2012 at 9:58

    Grazie per le info!!! Utilissime…perché ho un albero stra-carico quest'anno!!! Buona giornata! Roberta

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 25 ottobre 2012 at 12:22

    Chilometro zero, dunque! Buona giornata anche a te!

  • Rispondi Elena Ferretti 25 ottobre 2012 at 15:46

    Buongiorno!

    Giusto stamattina ho mangiato un caco di circa 250-300g per colazione. Seguito da una mela circa 2h dopo

    Può bastare come colazione?

    Grazie!

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 27 ottobre 2012 at 14:33

    Buongiorno,
    sul blog proponiamo colazioni di circa 300 kcal in totale, quindi solo un caco potrebbe essere un po' poco… bisognerebbe conoscere il fabbisogno calorico personale e non è questo il luogo.
    Grazie

  • Scrivi una risposta