consigli

Kiwi: pregi e virtù

22 novembre 2013
Kiwi pregi e virtù
Il kiwi è arrivato in Europa nel 1800 e deve l’origine del suo nome alla Nuova Zelanda, dove viene coltivato in grande quantità.
Dal punto di vista nutrizionale, contiene molti minerali (400 mg. di potassio, 70 mg. di fosforo, 25 mg. di calcio e 0,5 mg. di ferro) ed è anche ricco di oligoelementi (come rame e zinco).
Tra tutti i frutti è quello che contiene maggiore quantità di vitamina C (80-186 mg. a seconda della varietà coltivata), il doppio dell’arancia! E’ quindi un frutto antianemico grazie proprio alla presenza di vitamina C che agevola l’assorbimento del ferro. Attenzione però ai tempi di permanenza nei magazzini: il tenore di vitamina C diminuisce di circa il 30% in 2 o 3 mesi di immagazzinamento (la miglior conservazione si avrebbe a 0°C).
Il kiwi è anche dotato di una buona quantità di fibre (2,5 gr.) sia solubili sia insolubili e per questo motivo è consigliato a chi soffre di stipsi.
Non è da trascurare il contenuto calorico molto basso: soltanto 45 kcal per 100 grammi.
E’ un frutto poco indicato per chi soffre di diverticolite a causa della presenza dei semini nella parte centrale.
E’ utilizzato nelle macedonie, nei dolci oppure anche frullato. Noi di Q.B. abbiamo pensato ad un dolce a base di kiwi… non perdetevi dunque la ricetta di lunedì!

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Scrivi una risposta