Secondi piatti

Filetti di coniglio impanati al forno

8 gennaio 2013
Filetti di coniglio impanati al forno
Ero dal macellaio senza avere grandi idee su che cosa cucinare, quando ho visto questi filetti di coniglio; ho chiesto consiglio su come si potevano cucinare e la risposta è stata: impanati e fritti! Ovvio che ho accettato la sfida: oggi vi proponiamo una ricetta per ottenere una carne morbidissima (da provare anche con il petto di pollo), un’impanatura senza uovo e senza fritto… insomma una ricetta golosa ma dietetica!
Ingredienti per 2 persone:
250 gr. di fette di filetto di coniglio
200 ml di latte
3 cucchiai di pane grattugiato
saleq. b.
1 cucchiaio di olio evo
Mettete a bagno nel latte le fettine di coniglio (in modo che siano interamente coperte di latte) per circa 30 minuti.
Mescolate il pane grattugiato con l’origano ed il sale.
Passata la mezzora di ammollo, sgocciolate leggermente le fettine e passatele nella panatura.
Rivestite la teglia del forno con la carta forno, disponete le fettine di coniglio impanate e da ultimo spennellatele con l’olio evo (se avete un vaporizzatore ancora meglio, io non ce l’ho ed ho usato un pennello da cucina, stando attenta a non rovinare l’impanatura).
Mettetele in forno per 20 minuti a 180°.
Valori nutrizionali per porzione:
260 kcal
Proteine: 26,2 gr. (40,3%)
Grassi: 10,6 gr. (36,6%)
Carboidrati: 16,0 gr. (23,1%)

Ti potrebbe interessare anche

11 Commenti

  • Rispondi Cristina D. 8 gennaio 2013 at 10:34

    Bellissima idea quella della cottura in forno e della panatura con l'origano !

  • Rispondi Dani 8 gennaio 2013 at 21:14

    Io faccio sempre il petto di pollo, il petto di tacchino e i i filetti di pesce così, solo che invece di bagnare con il latte uso il succo di limone.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 9 gennaio 2013 at 0:09

    Grazie! E' un'ottima alternativa alla frittura..

  • Rispondi Dott.ssa Paola Richero 9 gennaio 2013 at 0:11

    Ottima idea e ottimo sapore!

  • Rispondi Maria Teresa Camarda 9 gennaio 2013 at 10:07

    Il 26 dicembre ho servito petti di pollo cotti in questa maniera, con contorno di patate al forno, alla famiglia del mio compagno: è stato un successo! E la morbidezza della carne aumenta proporzionalmente al tempo di ammollo 😉

  • Rispondi Anonimo 18 gennaio 2013 at 16:08

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 18 gennaio 2013 at 16:10

    Ho rimosso per sbaglio il tuo commento: che imbranata!!! Comunque mi dicevi che questa ricetta viene benissimo anche con il petto di pollo, buono a sapersi per noi e anche per i nostri lettori! Grazie

  • Rispondi Anonimo 23 gennaio 2013 at 17:45

    Ciao sono Sabrina, ho provato anche questa ricetta, ma ho usato il petto di tacchino. Molto molto soddisfacente! L'ha apprezzata più delle cotolette fritte.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 23 gennaio 2013 at 22:31

    Ottimo! Siamo felici di averti fatto fare bella figura con i parenti 🙂

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 23 gennaio 2013 at 22:32

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Rispondi Dott.ssa Paola Salgarelli 23 gennaio 2013 at 22:33

    Buono a sapersi, sia per noi che per i lettori del blog! Grazie per il tuo contributo!

  • Scrivi una risposta