Consigli

La legge antispreco: la più bella eredità di Expo 2015

26 settembre 2016
expo-legge-antispreco

A quasi un anno dalla chiusura dell’Expo siamo qui a parlarvi di una delle più belle e concrete eredità che ci ha lasciato: la legge antispreco alimentare che nasce ispirandosi ai principi della Carta di Milano, documento nato durante Expo 2015.
Di cosa si tratta? Questo provvedimento, in vigore dal 2 agosto 2016, ha come obiettivi principali:

  • la semplificazione delle procedure per la donazione del cibo, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e della tracciabilità
  • la definizione, per la prima volta nell’ordinamento italiano, dei termini “eccedenza”e “spreco” alimentari
  • la “premiazione”, per mezzo di sgravi fiscali, delle ditte che aderiranno alla legge in questione. Rispetto alla norma approvata in Francia, che si basa sulla penalizzazione, quella italiana punta sugli incentivi.

Inoltre questa legge:

  • consente la raccolta dei prodotti agricoli che rimangono in campo e la loro cessione a titolo gratuito
  • stabilisce in modo chiaro che il pane potrà essere donato nell’arco delle 24 ore dalla produzione
  • permette ai clienti dei ristoranti l’utilizzo della “family bag” per portarsi a casa gli avanzi del ristorante evitando così che il cibo cucinato finisca in pattumiera.

In Italia 6 milioni di persone vivono sotto la soglia di povertà, mentre si gettano in pattumiera cibo per un valore di oltre 10 miliardi di euro e l’anno scorso ogni famiglia italiana ha buttato in pattumiera circa 650 grammi di cibo a settimana…Difficile contrastare questa assurdità, ma almeno con questa legge si inizia a muovere qualcosa e noi, nel nostro piccolo, abbiamo deciso di dedicare questa settimana alle ricette antispreco, perchè siamo convinte che nella quotidianità tutti possiamo fare qualcosa.
Non perdetevi allora le ricette di questa settimana, tutte all’insegna del WASTE NO FOOD!

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Scrivi una risposta